La misurazione dell’energia

img_0430

In natura tutto è energia e tutto possiede una “vibrazione”: dal sasso al vegetale, dall’animale all’essere umano, da un quadro ad un libro, da un’automobile a una trasmissione televisiva.

Tutto è energia (vita) e tale energia può essere misurata e messa in relazione.

Proviamo a dare una definizione dell’energia e a capire come essa si esprime ad esempio in un essere umano.

L’ Energia è: vita, forza, coraggio, consapevolezza, temperamento, armonia, amore, creatività, gioia ( potremmo indicare qui tutti gli attributi “Divini”).

Ognuno di noi, in base al proprio grado di coscienza, esprime un certo “valore” di energia.

L’unità di misura è “il numero di vibrazioni al secondo”.

Ad esempio il valore minimo “base” di una persona è 18000-19000 vibrazioni al secondo.

Se una persona scende a 17000 (valore critico) significa che la persona è molto stressata o debilitata e da lì a poco si ammalerà.

Bisogna tener conto inoltre che un alto valore di energia esprime un maggior benessere, una maggiore consapevolezza, mentre un basso valore di energia esprime una minore coscienza o padronanza di sé o forza (anche fisica).

Quando una persona vive all’interno delle 18000-19000 vibrazioni al secondo nutre perlopiù sentimenti di paura e di insicurezza, subisce gli eventi come inevitabile destino e si affida quasi totalmente agli altri per la cura della propria salute; è una persona che non ha ancora iniziato a sviluppare un concetto di sé come artefice della propria vita e vive infatti nella “consapevolezza di massa”.

Quando una persona riesce a raggiungere le 24000-26000 vibrazioni al secondo si stacca dal pensiero comune e comincia a pensare con la propria testa, a conoscere meglio se stesso e le leggi della natura.

A 30000 vibrazioni al secondo si ha già una buona conoscenza di se stessi e delle leggi naturali e si incomincia ad intraprendere la propria strada nella vita, manifestando in parte i propri talenti e le proprie qualità; con questo livello di energia si possiede già un’ottima salute e un buon livello di benessere.

E’ importante considerare il fatto che l’energia si muove secondo il principio dell’attrazione: in base a ciò che siamo o meglio all’energia che possediamo, attiriamo determinate persone e cose, ed esperienze nella nostra vita.

Tale principio è noto come la “legge di risonanza”.

Gli eventi negativi, quali malattie, incidenti, paure e preoccupazioni costanti, senso di impotenza e basso concetto di vita, hanno un loro livello di energia che non supera solitamente le 24000-26000 vibrazioni al secondo.

Se vibriamo in quella fascia attiriamo dunque situazioni analoghe a tale livello di energia.

Quando, attraverso un processo consapevole, si riesce ad elevare il livello di energia oltre le 30000 vibrazioni, la situazioni negative si manifesteranno sempre meno nella nostra vita e si accrescerà invece il nostro livello di benessere e di soddisfazione.

Come è possibile stabilire i livelli di energia sopracitati?

Sono state fatte prove e misurazioni su persone  comuni, del mondo dello spettacolo, scrittori, personaggi storici ecc. e si sono potute stabilire le dovute correlazioni tra il “valore” di energia rilevato e il grado di “espressione”, di “luce”, di forza di ogni singolo soggetto.

In pratica man mano che l’energia sale si esprime sempre una maggiore creatività o forza e ciò crea “attrazione” (è l’esempio di molte “star” dello spettacolo che “vibrano” dai 33000 ai 40000 di energia); chi possiede un’energia molto alta tende a diventare inevitabilmente un punto di riferimento nel proprio campo (anche se non raggiunge la massima popolarità).

Come si diceva sopra, oltre al singolo individuo, si possono misurare praticamente tutte le cose che ruotano attorno all’individuo e cioè i pensieri, le emozioni, la casa in cui si abita, gli oggetti con cui si viene a contatto, i cibi, i vestiti e quant’altro.

Tutto concorre ad alzare o ad abbassare l’energia media di ognuno.

Ecco alcuni dati per capire l’importanza della scoperta.

È stata misurata ad esempio l’energia di alcuni cibi:

– lo zucchero (raffinato, di canna, a velo ecc.) è l’alimento in assoluto che ha l’energia più bassa e cioè dai 13000 ai 15000 di energia (molto bassa)

-la carne “vibra” a 17000 (livello pericolosissimo)

-gli insaccati vanno dai 15000 ai 21000.

-i formaggi, il latte e derivati “vibrano” dai 23000 ai 26000.

-il cioccolato ( consumato a “chili”) ha circa 23000 di energia

-Le carote misurano 42000-43000 di energia

– il miele 40000-41000

– l’insalata 37000-38000

– l’arancia 38000-39000

Cosa significa questo ?

Significa che in base a come ci si alimenta l’energia sale o scende in modo “matematico” in riferimento all’energia che si possiede.

Ad esempio se la vostra energia di base è 30000 e mangiate del
cioccolato che misura 23000, l’energia scende perchè 23000 è inferiore a 30000 (è il principio dei vasi comunicanti).

Se invece vi nutrite di carote l’energia gradatamente sale.

Sono state fatte diverse prove e si può dire che è veramente così: ciò che non vi dà energia ve la toglie (un cibo, una persona, un libro, una musica).

Ho provato a nutrirmi per un certo periodo di tempo solo con alimenti superiori al mio livello di energia e ho notato un incremento costante in pochissimo tempo.

Tornando all’esempio precedente, se la vostra energia è 30000 e bevete una spremuta di arancia, di colpo l’energia sale a 30500; se bevete dell’acqua bollita con limone e miele (il limone misura
sbalorditivamente 51000 di energia !!! ) la vostra energia sale anche di più.

Naturalmente più il valore dell’alimento è alto e meno se ne dovrebbe consumare.

Perché la gente mangia tanto?

Perché quello che mangia ( i cibi confezionati o zuccherati o raffinati ) non hanno sufficiente energia; la bassa qualità viene perciò compensata con la quantità (a danno di tutte le funzioni digestive del corpo).

Voi potreste dirmi: ma non sarà solo il cibo che alza o abbassa l’energia di una persona?

E’ vero. Infatti ogni cosa ha una vibrazione.

Se guardate un programma televisivo ( che misura dai 16000 ai 18000 ) vi abbassate.

Se leggete un libro elevato ( che misura oltre i 40000) vi alzate.

Se esprimete amore, tenerezza, serenità, vi alzate.

Se avete un pensiero negativo ( o ansia o preoccupazione) l’energia scende.

Conta molto anche il luogo in cui si vive, la casa in cui si abita e gli ambienti in cui ci si viene a trovare.

Nel luogo in cui vivo io (in Veneto) ad esempio l’energia di base è 12000 ( l’energia del luogo).

Una abitazione mediamente misura dai 6000 (casa malsana) ai 10000 (casa salubre) influendo naturalmente sul livello di energia di chi la abita.

L’energia delle abitazioni è in funzione dei materiali che vengono impiegati.

Voi direte: ma 12000 (l’energia che misura la città dove vivo) è bassa rispetto alla nostra (18000-30000: l’energia dell’essere umano).

La spiegazione sta nel fatto che l’essere umano è sia materia che
energia: la nostra energia dipende dal fatto che abbiamo un corpo fisico e che respiriamo ARIA (perciò siamo vivi).

L’aria misura circa 46000 vibrazioni al chiuso e 49000-51000 vibrazioni in piena campagna (ecco perchè incrementando la respirazione aumentiamo l’energia).

Noi siamo dunque una combinazione quasi aritmetica di corpo fisico e aria (che contiene ossigeno, prana ecc).

Se sommiamo infatti 12000 (vibrazione di base della Terra) a 48000 dell’aria (60000) diviso 2 si ottiene 30000 e cioè il livello medio che dovremmo avere in quanto esseri fisici e spirituali.

Il livello di energia misura anche le nostre sensazioni.

Sempre in riferimento al luogo, se passiamo dai 12000 di energia media di base ai 14000 di Piazza Duomo a Milano la nostra sensazione di benessere cambia di molto.

Ecco, a titolo di esempio, un breve elenco di alcuni luoghi in Italia:

Stintino in Sardegna 10500 (basso)

Sciacca (sicilia) 14000 vibrazioni (alto)

Vaticano 15000 ( più alto)

Minorca 15000 (sempre alto)

Ischia 14000 (alto)

Finale Ligure 13500 ecc.

L’elenco potrebbe continuare; a proposito, il posto più energetico che è stato trovato è Rio de Janeiro in Brasile, a 16000 di energia.

E’ chiaro che la differenza di energia che esiste da un luogo all’altro innalza o abbassa anche il nostro livello di energia.

Se io andassi a vivere in Sicilia ad esempio dove l’energia media del luogo è attorno ai 13000-14000 salirei, rispetto al luogo in cui abito, di almeno 3000/4000 vibrazioni , cosa che mi farebbe dire che “mi sento molto meglio”.

Altra analogia da considerare attentamente.

Gli abitanti del Nord Italia misurano mediamente 21500 vibrazioni. In Sicilia la media sale a 23000/23500 di energia (ciò significa che il livello di benessere interiore è più alto)

In Kenya il livello medio degli abitanti è di 25000.

La cosa importante da capire è che il livello di energia che una persona riesce a raggiungere (mettiamo 30000-35000) influisce su tutti gli altri.

Un esempio riguardo ai fenomeni atmosferici: dopo una nevicata si è  misurata l’energia della neve (51000). Contemporaneamente è stato misurato anche il valore dell’aria dopo la nevicata (52500 valore altissimo).

Interessante da sapere anche il livello di vibrazione dell’acqua.

L’acqua misura circa 34000-36000 nella bottiglia di vetro oppure dal rubinetto. Nella bottiglia di plastica il suo valore scende a 18000 (e diventa quindi molto negativa per l’organismo)

Una scoperta sorprendente: prendendo dell’acqua normale dal rubinetto (34000-36000) e mettendola in un bicchiere di cristallo anche solo per 2 minuti ( il cristallo misura 55000 di vibrazione) il valore energetico dell’acqua si incrementa a 47000 vibrazioni ( è come bere acqua pura di sorgente).

Tenete conto che l’acqua è il principale elemento del corpo umano.

Il pensiero “di massa” (quello che vibra attorno ai 18000-19000) e che tiene incatenata l’umanità, viene alimentato dai telegiornali (16000-18000), dal consumo di carne (17000), di zucchero (13000) e sopratutto dal consumo generalizzato dell’acqua nelle bottiglie di plastica (18000).

La plastica, misurando 4000 di energia (bassissima) fa crollare il valore energetico dell’acqua a 18000, abbassando drammaticamente l’energia e le difese dell’individuo “medio” che rimane intrappolato in quella frequenza vibratoria.

Potrebbe essere una buona idea procurarsi un bicchiere di cristallo; se bevete solo nel cristallo la vostra energia salirà in modo impressionante in brevissimo tempo.

L’acqua nel cristallo, diventando purissima, va a ristrutturare e a purificare tutte le molecole d’acqua che compongono il vostro corpo, guarendolo ed energizzandolo.

Ci sarebbe tantissime altre considerazioni da fare riguardo all’energia ma la cosa più importante è sapere che in funzione dell’orientamento della nostra coscienza (ciò che pensiamo, vediamo, facciamo, mangiamo, il luogo in cui viviamo, le persone che frequentiamo ecc.) l’energia sale o scende.

L’energia media della Terra si aggira attualmente attorno alle 12500 vibrazioni e l’energia media delle persone sulla Terra è di circa 21000.

Tutti gli eventi che accadono hanno una loro vibrazione corrispondente al livello raggiunto dalla terra e dagli esseri umani.

Quando l’energia media delle persone sulla Terra avrà superato i 24000-26000 di energia cambierà veramente tutto e lasceremo alle spalle tutta la negatività per entrare in un mondo nuovo, con un altro livello di coscienza e un alto livello di benessere.

Il futuro però, dipende da ognuno di noi e la conoscenza dell’energia è una chiave per evolverci consapevolmente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...